Pronta al varo terza unità Azimut-Benetti 120SL

Pubblicato il: 6 feb, 2014 - Tag:, , ,
Pronto al varo il nuovo Azimut Grande 120 SL

Tutta la qualità Azimut-Benetti in questo terzo 36 metri della Collezione Azimut Grande. Stile inconfondibile, vivibilità e comfort impareggiabili. Una velocità massima di 39 nodi con due idrogetti laterali e un booster centrale Rolls-Royce e un allestimento tagliato su misura per l’armatore per il massimo della personalizzazione. Inoltre, con l’aggiunta del nuovo servizio ‘The Crew Network’, si amplia ulteriormente la gamma delle offerte after-sales pensate esclusivamente per gli armatori di Azimut Yachts.

Giunta alla terza unità costruita in soli due anni dal lancio, il nuovo Azimut Grande 120SL sarà varato nel mese di Aprile 2014 e rappresenta la sintesi delle capacità costruttive del Gruppo Azimut-Benetti. Costituita dalle imbarcazioni plananti oltre i trenta metri, Azimut Grande identifica la Collezione più esclusiva di Azimut Yachts e, all’interno della collezione, il 120SL è il progetto più ambizioso nel quale la consueta leadership tecnologica di Azimut nella costruzione di scafi ad alte prestazioni si fonde con la capacità del cantiere di sviluppare soluzioni custom: Azimut Grande 120SL offre al suo armatore un ampio ventaglio di possibilità realizzative proprio delle produzioni navali semi custom.

L’offerta del Gruppo, inoltre, si è ampliata con gli anni fino a ad arrivare a coprire un network di servizi after-sales di alto livello pensati esclusivamente per migliorare ulteriormente il comfort dell’armatore; ne è prova il servizio di ricerca e selezione gratuita di Capitani altamente qualificati, offerto da ‘The Crew Network’ e dedicato a tutte le imbarcazioni Azimut-Benetti che superino i 24 metri.
Ferma restando la posizione di alcuni elementi fondamentali dello yacht – come motori, sentine e paratie principali – all’armatore è stata lasciata la massima libertà di definizione di ogni dettaglio costruttivo e di decòr. Il concept generale del 120SL e lo stile sono di Stefano Righini, gli interni di Carlo Galeazzi.

Come spiega Paolo Vitelli, presidente del Gruppo Azimut Benetti: “Azimut Grande riassume e enfatizza i requisiti richiesti dai nostri armatori: una linea accattivante e distintiva, senza rinunciare a comfort e prestazioni impeccabili. Severi test e prove in vasca ci hanno consentito di mettere a punto una carena performante in grado di navigare senza problemi anche in condizioni di mare impegnative mentre l’adozione di trasmissioni a idrogetto ha contenuto significativamente vibrazioni e rumori massimizzando il confort a bordo per l’armatore e i suoi ospiti”.
L’ambizione del 120SL? Vivere il mare e lo yacht senza confini, riducendo la percezione tra interni e esterni fino a farla scomparire. Volontà che si respira non appena varcata la passerella: una volta saliti a bordo si arriva al ponte principale dove pozzetto e zona living descrivono un ponte unico da cui è possibile dominare il panorama in qualsiasi momento della giornata.

Questo terzo esemplare di Azimut Grande 120SL, pur mantenendo le caratteristiche che ne hanno fatto un modello senza rivali, ha una motorizzazione più spinta, composta da tre MTU 16V 2000 che erogano 2640 cv ciascuno a 2450 giri/minuto, e che gli permettono di arrivare ad una velocità massima di 39 nodi. Internamente viene riproposto il layout del salone principale con la sua superficie di 60 metri quadrati, le finestrature 50 e un’ulteriore apertura dall’alto, in parte mobile, con un’area di oltre 15 metri quadri completa una visione del cielo e del mare regalando un sensazione senza precedenti: si riducono i classici confini tra interni e esterni fino a scomparire e non percepire più la differenza tra l’uno e l’altro.

La vivibilità e la ricchezza del volumi interni è enfatizzata dalla possibilità di aprire la porta in vetro che separa il living dal pozzetto e disporre di un locale unico a diretto contatto del mare.
La zona living, che prevede come dotazione iniziale un tavolo da pranzo per dieci persone ad un salone con due divani, può ovviamente anche essere chiuso e condizionato.

Main Deck del nuovo Azimut Grande 120SL

Il main deck è una zona dove l’armatore può intervenire ampiamente con il suo gusto e personalizzare gli arredi, l’esperienza progettuale del cantiere e il suo staff tecnico sono a sua disposizione per raccogliere i suoi desideri e proporre soluzioni che li interpretano e li rendono vivi e reali.
Nel ponte inferiore il layout proposto da Azimut è un campione di abitabilità.
La cabina armatoriale offre una superficie di 43 metri quadrati, di cui 11 dedicati a due bagni, separati per lui e per lei. Le due finestre a murata offrono uno sguardo mozzafiato sul mare e accendono gli interni di luce naturale.

I locali destinati all’equipaggio, tre cabine di cui una matrimoniale, separano e isolano la cabina armatore dalla sala macchine garantendo silenziosità e comfort.
Il layout prevede inoltre tre cabine dedicate agli ospiti: una vip matrimoniale di prua e due cabine con letti gemelli a centro barca, ciascuna con bagno esclusivo. Al ponte inferiore, inoltre, è previsto un ulteriore day head per eventuali ospiti in giornata.

Tutti gli ambienti della barca sono giocati sui toni chiaro-scuro dei rivestimenti e materiali, tanto dei legni di ebano e rovere sapientemente miscelati quanto delle pelli pregiate, abbinati a elementi di acciaio e vetro. L’illuminazione è realizzata con plafoni e proiettori led che consentono la continua regolazione dell’intensità.
Anche l’esterno è pensato e realizzato per vivere al meglio la propria vacanza. A prua un salottino e due grandi prendi-sole consentono di immergersi nel più profondo relax garantendo comunque la necessaria privacy. Tra la parte di tetto apribile sopra il salone e la poppa, un flybridge crea una ulteriore zona di vita all’aperto dotata di posto di pilotaggio, vasca idromassaggio e divano dinette. A poppa la spiaggetta sopra le trasmissioni con le scale che salgono al pozzetto.

Il garage, tra i più grandi della categoria, è in grado di ospitare al suo interno un tender di lunghezza fino a 5,50 metri e due jet ski di lunghezza massima di 2,90 metri.
I tre motori MTU 2000 16V, accoppiati a tre idrogetti Rolls Royce KaMeWa, due laterali ed un booster centrale, offrono prestazioni da vero purosangue: la velocità massima è di 39 nodi, raggiunta con accelerazione e maneggevolezza inusuali per una unità di queste dimensioni, grazie anche a una assistenza elettronica di alta qualità con elementi originali dei produttori delle propulsioni e delle trasmissioni e con il sistema integrato Naviop. In sentina, un passaggio lungo oltre 21 metri rende possibile l’ispezione delle parti più nascoste dello scafo, fino alla sala macchine.

Resta in contatto con noi e fai sapere ai tuoi amici di questo articolo! Condividi: