Luna Rossa non esulta. Emirates davanti fin dalla partenza

male-la-prima-luna-rossa

Finalmente la Louis Vuitton Cup ha regalato uno spettacolo “doppio”: Finalmente 2 AC72 in acqua.
La prestazione di ieri è finita male per il team italiano Luna Rossa che ha seguito la scia dei kiwi fin dalla partenza. Grazie ad un buon controllo, Emirates Team New Zealand, sfreccia davanti la Luna Rossa a 40nodi circa vincendo così la partenza e aggiudicandosi quella che poi è stata la prima posizione per l’intera regata.

Luna Rossa era nettamente meno veloce e per provare a diminuire il distacco tenta delle strategie tattiche che la portano addirittura ad una penalità: A quel punto, il team New Zealand ha regatato da sola proprio come nelle scorse regate.

Max Sirena, skipper e portavoce di Luna Rossa, durante la sua conferenza stampa si è pronunciato visivamente deluso ma comunque molto fiducioso:

“Ovviamente non sono contento del risultato, ma la nota positiva è che una grossa parte del distacco può essere attribuita a fattori facilmente migliorabili come le manovre e la tecnica di navigazione. Certamente dobbiamo migliorare anche le performance della barca, soprattutto di bolina, ma anche per questo abbiamo dei nuovi sviluppi tecnici che saranno pronti a breve. Come abbiamo sempre detto, i round robin fanno parte di un processo di apprendimento e di sviluppo tecnico per essere competitivi in semi finale.”

il team di Patrizio Bertelli ha tutto il tempo per migliorarsi, la Louis Vuitton Cup è molto lunga e siamo solo all’inizio della competizione. Intanto, la prossima regata è fissata per il 16 luglio contro gli svedesi di Artemis che però non scenderanno in acqua in quanto sono appena giunti ai test strutturali da quando era stato riparato l’AC72; danneggiamento causato da una scuffiata durante una sessione di allenamento che portò alla scomparsa del campione Andrew Simpson (clicca qui per saperne di più).

Resta in contatto con noi e fai sapere ai tuoi amici di questo articolo! Condividi: