“Ho finito la mia carriera da Comandante” – Francesco Schettino

Pubblicato il: 6 set, 2012 - Tag:,
costa-concordia

I risultati della ‘scatola nera’ sono tutt’altro che a favore di F. Schettino. Infatti dalle prime analisi si è creata una prima ricostruzione grazie a quanto emerso dalla stessa scatola nera.

Prima di tutto, l’inchino era da fare e tutto l’equipaggio in plancia sapeva della manovra fin dalla partenza da Civitavecchia. Intorno alle 18.27 Schettino dice: “Amm’à fa l’inchino al Giglio”; successivamente l’addetto alla cartografia Simone Canessa parla al primo ufficiale Giovanni Iaccarino: “Giovà, per la pratica hai avvisato?”. Risponde Giovanni: “Ah, per il passaggio al Giglio…”.

Dopo l’urto de Le Scole, invece, si sente chiaramente Schettino dire: “Madonna c’aggio cumbinato”.
Da qui una serie di conversazioni con Roberto Ferrarini, unità anticrici Costa Crociere:
21.56: “Roberto ho fatto un casino! Sono passato sotto al Giglio. E’ stato il comandante Palombo mi ha detto: Passa sotto, passa sotto”.
22.06: “Allora Robé, non andiamo a fondo.. bisogna chiamare qualche rimorchiatore che ci porti via”.

Infine, durante una telefonata con la moglie Fabiola:
“Fabì, ho finito la mia carriera di comandante. Abbiamo urtato su un basso fondale, la nave si è inclinata ma sto facendo una bella manovra… è tutto sotto controllo“.

Il resto, tutti, ormai lo conosciamo.

Resta in contatto con noi e fai sapere ai tuoi amici di questo articolo! Condividi: