Inaugurazione del Marina Porto d’Arechi

Pubblicato il: 9 giu, 2012 - Tag:
inaugurazione-marina-darechi

Con le prime imbarcazioni già ormeggiate, Marina d’Arechi è pronta ad accogliere diportisti e ospiti in un approdo da vivere tutto l’anno. La cerimonia di inaugurazione, alla presenza del Ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, si è svolta Giovedì 7 giugno 2012 dalle ore 18.00. Dopo la cerimonia ufficiale è stato possibile vivere il fascino del Salerno Port Village, con musica dal vivo, cocktail e tante sorprese.

Un progetto rivoluzionario portato avanti dall’imprenditore salernitano Agostino Gallozzi che, dopo dieci anni di lungaggini burocratiche, ora sta vedendo completata questa opera titanica realizzata con un investimento di 120 milioni di euro di risorse esclusivamente private e che, una volta a regime, darà lavoro a oltre 600 persone. Di seguito altri numeri impressionanti di questo stupendo progetto:

340 mila metri quadrati di spazio acqueo; 8700 metri quadrati di spazi commerciali e d’intrattenimento; 1000 posti auto, 27 mila metri quadrati per aree verdi; 21 pontili e banchine.

“E’ una scommessa – ha commentato l’imprenditore A.Gallozzi – nata tempo fa quando ancora, forse, non ci si aspettava una crisi così profonda. Sono convinto però che la classe imprenditoriale non debba farsi sopraffare dalle conseguenze di questo delicato momento. Bisogna essere consapevoli che la crisi non sarà la nostra condizione di vita perenne. Questa, secondo me, è solo una fase transitoria e non esistenziale per il nostro territorio. Questo porto rappresenterà uno dei porti del Mediterraneo più importanti ed imponenti. Sarà un attrattore non solo per i nuovi utenti che si avvicineranno alla nautica, ma anche per i grandi yacht che, solcando il Mediterraneo, non trovano quasi mai un approdo dove fermarsi. Abbiamo voluto immaginare una struttura che sia capace di proporsi in maniera competitiva per i prossimi 30 anni. Ci ha spinto la visione del progetto a lungo tempo e non, come spesso accade, di quello a breve termine che ha come unico risultato un’opera risicata senza continuità nel futuro”

Resta in contatto con noi e fai sapere ai tuoi amici di questo articolo! Condividi: